Archivi tag: Didattica della letteratura

Con la letteratura, per la scuola, con la scuola (quasi un manifesto)

Con Natascia Tonelli ho scritto un libro di didattica della letteratura che si intitola Comunità di pratiche letterarie (Torino, Loescher, 2021). Nell’introduzione sono elencate nove idee o convinzioni che ci hanno guidato nella stesura del saggio. Questa è la prima:

1. La scuola è uno degli strumenti, se non il principale, di cui dispone lo Stato per «rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese» (art. 3 della Costituzione). Non dobbiamo dare per scontato che a scuola si debba “fare letteratura”, semmai è fondamentale che chi si occupa di didattica della letteratura si domandi quale sia l’uso delle opere e degli studi letterari più utile a favorire l’uguaglianza sostanziale ed effettiva dei partecipanti alla comunità scolastica, a partire dalla scuola dell’infanzia, fino alla scuola secondaria di secondo grado.

Per continuare, leggi l’introduzione sulla rivista «La ricerca».

Una nuova edizione di Didattica della letteratura 2.0

È uscita da Carocci una seconda edizione aggiornata di Didattica della letteratura 2.0, una “bussola” dedicata al rapporto tra tecnologie digitali, educazione e letteratura.

Per la didattica della letteratura, trovo particolarmente interessante le opportunità offerte dalle piattaforme per la gestione dei contenuti: sono infatti convinto che uno dei compiti dell’insegnante che lavora con la letteratura sia quello di dare agli studenti strumenti per orientarsi nel mare delle informazioni e per imparare a governare i diversi media. Un ruolo decisivo, in questo senso, dovrebbe averlo lo studio delle teorie e delle politiche della traduzione, e, anche, il rapporto con la cultura visuale e con le pratiche narrative.

Intervista completa su letture.org.

Ancora la didattica

Continua per me il periodo di congedo dall’insegnamento nella scuola secondaria: anche per questo anno accademico farò parte del gruppo di ricerca dell’Università di Perugia che si occupa del progetto Leggere: Forte!, e insegnerò Didattica della letteratura italiana all’Università di Siena.
Nel frattempo, in attesa che prendano forma gli articoli e i volumi a cui sto lavorando in questo periodo, e che usciranno nei prossimi mesi, ho iniziato a lavorare a una serie di recensioni a libri italiani di didattica che sono usciti negli ultimi anni e che ritengo siano utili da leggere e condividere. Si parla tanto di scuola e di università e troppo poco ci si confronta con i problemi dell’insegnamento e dell’apprendimento. Mi piace pensare che si possa ricominciare dalla lettura di opere importanti, che sono frutto di ricerche serie e di un atteggiamento critico e razionale nei confronti della realtà.
Le prime recensioni sono uscite sulla rivista La ricerca.

Ancora la didattica della letteratura

Domani, ultimo giorno di settembre, darò avvio a un corso di Didattica della letteratura italiana all’Università degli Studi di Siena. Fare il professore a contratto è ormai una consuetudine, ma da moltissimi anni non mi capitava di dover insegnare nei corsi di laurea, in questo caso della laurea magistrale, dove si tengono lezioni propriamente accademiche, che non sono rivolte, come nelle Scuole di Specializzazione, nei TFA e nei PAS, a insegnanti che sono in procinto di andare a lavorare o che già lavorano. Se quest’ultime attività, infatti, sono di fatto dei corsi di formazione professionale post laurea, la laurea magistrale è a tutti gli effetti un percorso accademico, che può condurre all’insegnamento, certo, ma che deve anche garantire innanzitutto una preparazione scientifica e culturale che consenta di prendere consapevolezza del valore e del significato degli strumenti di una disciplina.  Continue reading Ancora la didattica della letteratura

La traduzione e i traduttori nelle antologie scolastiche

La redazione della rivista «Tradurre» qualche tempo fa mi ha chiesto di condurre una piccola ricerca sul trattamento dei testi tradotti (e, quindi, dei traduttori) nelle antologie delle scuole secondarie di primo grado. Io ho scelto di prendere le prime tre più vendute in Italia lo scorso anno. Il risultato della ricerca è uscito sul numero 16 della rivista, disponibile online.

I piani di studio svizzeri: un’occasione per riflettere sulla didattica della letteratura

È online l’ultimo numero della rivista Forumlecture Suisse (n. 3 del 2018), interamente dedicato a “Didattica della lettura e della letteratura e nuovi piani di studio”. Ospita un mio intervento intitolato Imparare dalla letteratura nella scuola delle competenze, nel quale prendo in esame il Piano di studi della Svizzera italiana e cerco di fornire indicazioni utili sul valore formativo della letteratura nell’insegnamento, soffermandomi in particolare sull’approccio narrativo e sulla didattica integrata di lettura e scrittura.

Tradurre le opere, leggere le traduzioni

Il magazine di Treccani dedicato alla lingua italiana ha pubblicato uno “speciale” che porta il titolo del mio ultimo libro pubblicato da Loescher editore.  La compagnia è davvero straordinaria , il risultato notevole. Io ho partecipato all’impresa con un articolo sulla didattica delle lingue classiche e sulla versione dal latino. Potete leggere tutti gli articoli qui.

Insegnare con Boccaccio nella scuola secondaria di primo grado

È uscito in questo giorni il settimo volume della collana “QdR / Didattica e letteratura” di Loescher editore intitolato Letterature e letteratura delle origini: lo spazio culturale europeo. Prospettive didattiche per la Scuola secondaria e per l’Università, a cura di Giuseppe Noto. Al suo interno è ospitato un mio articolo su Insegnare con Boccaccio nella scuola secondaria di primo grado (pp. 85-105). Ne pubblico qui un paragrafo dedicato nello specifico ai problemi linguistici (pp. 93-96), nel quale cito un piccolo gioiello di Ezio Sinigaglia: un libretto d’opera ricavato dalla novella di Lisabetta da Messina. Continue reading Insegnare con Boccaccio nella scuola secondaria di primo grado