Le poesie

Ho incontrato la poesia sui banchi di scuola o, meglio, nell’antologia scolastica che avevo dovuto comprare per studiare italiano. Baudelaire è stato il mio primo amore. L’albatros e Spleen le due poesie che ricordo di aver letto e riletto, e grazie alle quali ho capito che la poesia già la conoscevo: era The Wall di Roger Waters, era Animals, The final cut.
A casa mia non c’erano libri di poesia. Il primo credo di averlo visto a casa di Filippo Gatti. L’après midi d’un faune, mi pare. C’era anche il Cimitero marino di Valéry, e poi le poesie di Corazzini. Tutti titoli della “bianca” Einaudi. E poi i libri Arcana: Neil Young, i Pink Floyd, Nirvana e Pearl Jam.
Ho cominciato a scrivere. Non ci riesco spesso, ma provarci è necessario.

Leggenda e altri discorsi è il primo libro pubblicato a stampa. Edito da Mobydick nel 2012, raccoglie poesie in versi e in prosa degli anni Novanta. Puoi scaricare un file con una versione diversa da quella del libro cliccando qui.

Le Poesie del tatto sono inedite a stampa ma si possono leggere in questo file.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Non sai che parole / e resti parlato